Ricerca personalizzata

Preferenze Di Sistema

Questo blog non ha controindicazioni note, non entra in conflitto con altri sistemi ad eccezione dei sistemisti estremi. E' vietata la lettura ai maggiori di età variabile ma non intende indurre alla crescita di nessuno. Non comporta modifiche nella selezione naturale della specie e non emette radiazioni nocive. L'interazione é accettata da chiunque non abbia altro da fare. I reset verranno esclusi automaticamente dal sistema di monitoraggio interno. Non consumare prima dei pasti.

venerdì 3 settembre 2010

William e i 40 Ladroni


Vi presento William, William Vivanco, nato a Santiago de Cuba 36 anni or sono, quindi nella parte definita "orientale" e di conseguenza un guajiro, ma con un cuore carico di passioni da scaricare. Quale miglior modo di farlo della musica, soprattutto quando alla passione si aggiunge un'intelligenza pungente, un cuore d'oro e una voce calda ed avvolgente?! 
Troppo di parte? Si, ma una ragione c'è, anzi, di ragioni ce ne sono due a dire il vero. Inizio dalla prima:
conosco questo ragazzo e la sua musica attraverso Niky, e tra le due cose non so quale mi lascia più incredula. La sua musica è pungente, toccante, una miscela di musiche arabe, latine, pop e jazz con addirittura un pizzico di Jodele (nemmeno so se si scrive così!).
I suoi testi sono intelligenti, romantici, semplici o complessi a dipendenza della profondità a cui si vuole arrivare, ragione per cui è ancora a piede libero in un paese in cui la critica al governo non è esattamente ben vista. Ma i suoi 40 ladroni non sono mica per il palato di tutti... è meglio fingere che si parli di una favola piuttosto che di una isla milagrosa reale no?
video
Questa canzone invece parla d'amore, di un amore caldo, profondo, intenso come solo chi fa dell'amore la propria vita è in grado di vivere, ed è una differenza che ho imparato sulla mia pelle. 
Un amore che sembrano saper esprimere solo persone che non hanno nulla con cui vivere, dove svenire per strada per la mancanza di cibo durante el periodo especial era cosa comune, dove se gli porti un foulard di seta ti guardano come un povero scemo perché in realtà potrebbero uccidere per avere un semplice secchio! 
Quando manca tutto ti inventi, e reinventi la vita, e o diventi un popolo bastardo o sorridi. Una parte è bastarda, un'altra sorride, e un'altra ancora è bastarda e sorride. 
Il video che vedete è stato fatto tutto con una macchina fotografica perché nessuno ha trovato una videocamera. Il pittore è molto famoso sull'isola, tale Vicente Bonachea, ed anche la sua partecipazione è l'evidenza di come ci si aiuti tra artisti e squattrinati. Perché anche se per strada sono venerati entrambi, amati dal popolo ed innalzati a dei, non hanno una lira! William vive a casa di amici, tra uno e l'altro perché non ha una casa dove stare (a Cuba non esistono proprietà private e tantomeno la possibilità -legale- di affittare). Insomma, è un clandestino nel suo paese. Ha fatto concerti in Europa e in sud America, ma il problema è a monte, e qui entra in gioco la seconda ragione per cui m'interessa: sono la sua manager europea. O quantomeno questo sarà il titolo che dovrò usare per trovargli uno sponsor quando tratto con paesi che non sono latini, perché di quella parte del mondo si occupa la mia donna. Vogliamo dargli una mano insomma, ma non è facile! Ha appena perso un Festival in Francia perché, malgrado l'avrebbero pagato bene, nessuno è riuscito a trovargli i soldi per il biglietto aereo per uscire da Cuba. 

video

Questi sono i suoi problemi. Trova contratti nel mondo, e poi si prende "el pilòn", che è meglio non tradurre, anche perché credo che la nostra cultura latina permetta a tutti di capire cosa sia! Pur se in questo video e canzone non è riferito a quello di cui parlo io.
Insomma, sono frustrata! Conosco questo ragazzo favoloso che crea queste opere d'arte e muore di fame! E vi assicuro che i suoi testi sono geniali!
Purtroppo oserei dire, perché riferiti ad una cultura ed una politica che sicuramente non vende molto, e che se mai dovesse trovare un modo di fare concerti nel mondo e farsi conoscere dovrebbe rendere "commerciale" per le solite leggi di mercato! 
Per chi non l'avesse visto, date un'occhiata al film Habana Blues, in esso c'è la vita di tutte le persone che ho conosciuto finora, dei sogni e delle amarezze, una fotografia di realtà incredibile e straziante, tolta da tutta la propaganda turistica e benpensante. 
Ecco, gli ho fatto un poco di pubblicità, spero che lo apprezziate come lo apprezzo io, William tra le altre cose ha un cuore d'oro!
Gli ho fatto un sito (ancora un poco in fase di costruzione ma sembra funzionare) e si trova anche su Facebook, magari date un'occhiata...




www.williamvivanco.es





Lettori fissi